Contro i gourmet

Editore:

Anno di pubblicazione: 
2 005
Volumi Braille: 
3
Pagine Braille: 
416

Formati disponibili:

Presentazione: 
«Il prosciutto è qualcosa di più di una zampa di cadavere mummificata e commestibile», recita Manuel Vázquez Montalbán in questo godereccio, pungente e appetitoso viaggio tra delizie per il palato e facezie per l'intelletto, finalmente nella traduzione italiana. La cucina, dice l'autore, è una metafora esemplare dell'ipocrisia della cultura: basa infatti il suo piacere su un delitto compiuto con ogni possibile aggravante, trasformando attraverso le doti magiche del fuoco e della marinatura un assassinio in un'opera d'arte... Montalbán prende però nettamente le distanze dai gourmet, sacerdoti di un culto, non più orientatori di conoscenze ma selettivi e dittatoriali codificatori di comportamenti. E in questo excursus completo di come, dove e cosa mangia l'uomo moderno, la brillante penna del padre di Carvalho viene intinta anche nelle salse servite nei fast food... offrendoci un piatto che vale la pena assaggiare!