Dai figli non si divorzia

Editore:

Anno di pubblicazione: 
2 005
Volumi Braille: 
2
Pagine Braille: 
277

Formati disponibili:

Presentazione: 
Accettare la separazione dei propri genitori comporta un lungo processo di «elaborazione personale» spesso scandito da sofferenze, crisi, oltre che da problemi pratici che si trascinano nel tempo. Il divorzio, ormai sempre più diffuso, non solo nel nostro Paese, è un'esperienza dolorosa che mette in gioco soprattutto l'equilibrio dei figli, allo stesso tempo testimoni e vittime inconsapevoli dello sfaldamento di una famiglia. Sensi di colpa, frustrazioni, incapacità di stabilire legami solidi e duraturi: sono questi i pericoli - come ci insegnano le numerose testimonianze presenti in queste pagine - a cui va incontro chi ha patito la mancanza di una serena identità familiare e la perdita di saldi punti d'appoggio sui quali costruire il proprio futuro. Da qui parte la riflessione di Anna Oliverio Ferraris, che in questo suo nuovo saggio ci spiega come si può superare il trauma di una separazione, e come, se assimilata e compresa, questa può rivelarsi un decisivo punto di svolta per la futura serenità di tutti. Lasciando da parte il rancore e privilegiando il dialogo, la comprensione, il rispetto del proprio ruolo - perché un genitore deve continuare a essere tale anche dopo il divorzio -, gli adulti potranno garantire ugualmente ai figli le sicurezze, la tranquillità e anche l'autonomia psicologica di cui hanno bisogno.